La meditazione. Domande utili

La meditazione è per tutti? La risposta è si certamente, ma c'è un però in questa risposta perché la tendenza comune dimostra il contrario, l'interesse per la meditazione infatti non è molto diffuso, forse è più la curiosità di provare, e quindi questa mancanza di interesse generale è sufficiente a farci dire che la meditazione in fondo non è per tutti. Chi la comprende a pieno capisce che non è qualcosa di cui puoi fare a meno, non tanto perché è qualcosa di fondamentalmente necessario, ma piuttosto perché fa parte di noi a prescindere dal credo o dalla cultura di appartenenza.

Altro
0

Dalla sofferenza all'Anima

Un messaggio tramite questo podcast che mi sento di dare a tutti coloro che si trovano in una situazione difficile da affrontare: Dalla sofferenza possiamo fare emergere il lato migliore del nostro essere, ma attenzione a non soffermarsi troppo sulla sofferenza, rischiamo di perderci, ascoltate ed osservate con calma la vostra Luce che emerge in certo momenti.

Dopo una conversazione con una persona, sono stato ispirato da questo breve messaggio. Spero possa essere utile a coloro che cercano di farcela, non arrendetevi mai tutto è passeggero, le fasi di buio s'intervallano a momenti di piena luce.


0

Il concetto di Ippocrate nella medicina moderna e la medicina complementare.

Ippocrate è riconosciuto come il padre della medicina fondatore della scuola medica greca, ha definito una linea di demarcazione tra l’antico pensiero in cui la malattia è stata da sempre considerata come un castigo degli Dei, con conseguenti cure affidate ad interventi divinatori ed il suo moderno modello di osservazione del paziente, in cui l’attribuzione dei problemi legati alla salute sono ricercate nelle cause fisiche delle malattie. Ma in questa evidente e rivoluzionaria demarcazione nella cultura greca, Ippocrate sostiene anche che la malattia insorge quando nel organismo si verificava una rottura dell’equilibrio esistente tra i quattro umori fondamentali. Nacque così la "Teoria Umorale", secondo la quale il nostro corpo sarebbe governato da quattro umori diversi (sangue, bile gialla, bile nera, flemma), che combinandosi in differenti maniere condurrebbero alla salute (crasi), nel caso in cui questi siano in proporzioni ed equilibrio, o alla malattia (discrasia), se uno o più di uno fossero in eccesso. Per poter essere eliminati, gli umori dovevano prima essere modificati con un processo che Ippocrate definiva di "cozione". La teoria umorale di Ippocrate mette in evidenza la relazione tra malattia e fattori esterni ed interni che sono da ricercare nell’ambiente fisico e sociale della persona e nell’interiorità della stessa, tra questi elementi assume un ruolo prominente il temperamento, in particolare sono riconosciuti i quattro fondamentali elementi liquidi o umori fondamentali: sangue, flegma, bile gialla e bile nera.

Altro
0

Come preparare lo spazio per la meditazione

La prima fase importante che anticipa la meditazione, è la preparazione dello spazio in cui mediteremo, questo preliminare è fondamentale per compiere il proprio volo interiore, infatti meditare in un luogo poco curato energeticamente renderà più difficile se non impossibile la meditazione. Cosa accade se meditiamo in un luogo non pulito? La mente fatica ha trovare pace e tranquillità, entrambi sono fondamentali per meditare, molti pensieri si agitano dentro di essa e talvolta alcuni di essi si insidiano in modo ossessivo, può capitare inoltre di avere pensieri e sensazioni che non sono nostri ed appartengono al luogo, per fare un esempio, se meditiamo nel luogo di lavoro, quale un ufficio o uno studio è facile che nella mente del praticante inizialmente possano circolare nella testa elementi legati al posto che sono caratteristici di quell' ambiente. In molti casi la meditazione inizialmente viene molto disturbata e pertanto è consigliabile trovare uno spazio più idoneo, diversamente

Altro
0