La bilancia del Mondo. Il ruolo delle parti.

Esiste una sorta di equilibrio nel mondo, in cui i pesi degli opposti si bilanciano, cosa intendo dire? Hai mai pensato che ci sono persone che hanno tanto e persone che hanno pochissimo o quasi nulla? Molto spesso mi chiedo: perchè questo? Se osserviamo il mondo ci accorgiamo facilmente di come tutto sia evidentemente duale, perchè diversamente questo mondo non avrebbe un senso ed una direzione precisa in cui andare. Anzi, forse l'unica grande verità è che in questo mondo esistono delle correnti che sono duali e che sono fortemente connesse tra loro, in termini di esistenza.

Un giorno qualcuno, mi disse: Se non esistessero i malati, non ci sarebbero i medici! Questa affermazione è tanto triste quanto reale, l'esistenza di una categoria dipende dall'esistenza dell'altra ed entrambe sono fortemente connesse tra loro, probabilmente anche da qualche formula di rapporto numerico. Così come accade che da qualche parte del mondo un certo numero di persone muoiono di fame, mentre in una sorta di rapporto simbiotico altre ingrassano e si ammalano gravemente per effetto di un consumo eccessivo di cibo. Di questi esempi se ne potrebbero fare  milioni, ma la mia domanda è: come facciamo a portare tutto in equilibrio?

E' evidente che queste condizioni non sono condizioni di equilibrio reale, ma piuttosto un modo con cui si contrabilanciano certe forze, presenti in natura e che in realtà non portano le parti della bilancia a restare realmente in equilibrio tra loro, come siamo abituati a vedere nelle vecchie pese di un tempo, in cui si faceva pareggiare i livelli dei piatti con dei pesi, per determinare quante unità occorressero per definire il peso di un oggetto. Piuttosto l'equilibrio è definito dagli opposti, ossia un certo quantitativo in relazione ad un altro rappresentato da un elemento che sia il suo antipode, in una misura che sia definita dal parametro numerico e dall'entità dei fenomeni o delle categorie in questione, non so definire questo con una formula matematica, ma ho la convinzione che probabilmente ve ne sia una precisa che definisca meglio questo concetto.

Sono convinto che la soluzione di molti problemi nel mondo, sia data da questo rapporto di esistenza delle parti, e che occorra trovare la strada per portare in equilibrio il tutto grazie ad uno sforzo che deve partire da entrambe le direzioni, per facilitarne il risultato ed evitare che ricada troppa responsabilità solo su una delle due, e che spesso è rappresentata proprio da quella più penalizzata. In questo ruolo la consapevolezza e la coscienza di ciascun membro coinvolto assume un ruolo significativo e determinante per aprire la strada verso un mondo di reale equilibrio. Cosa ne pensi?

Leave your comments

Post comment as a guest

0

Comments (3)